People Are Strange - @peopleareatrange's profile photo/

People Are Strange

@peopleareatrange

Photos & videos by @peopleareatrange


  • Through the Barricades, presente anche in varie raccolte degli Spandau Ballet, è considerata da diversi elementi del gruppo il miglior pezzo che abbiano mai inciso. Il singolo, scritto da Gary Kemp, prodotto da Gary Langan e uscito su etichetta CBS, raggiunse il secondo posto delle classifiche in Italia, dove risultò il nono singolo più venduto in assoluto del 1986. La maggiore ispirazione per la composizione del brano fu la morte di un amico degli Spandau Ballet, Thomas Riley, ucciso a Belfast da un poliziotto il 9 agosto 1983. L'autore del brano, Gary Kemp, affermò di averlo composto nell'arco di una sola serata, mentre si trovava in Irlanda. « We made our love on wasteland and through the barricades » (Through the Barricades (1986)) Il testo parla di una storia d'amore tra una ragazza e un ragazzo di religione opposta nell'Irlanda del Nord martoriata dalla guerra civile tra cattolici e protestanti. La storia d'amore, osteggiata dalle famiglie dei due, sembra avere un finale tragico. Il brano è in gran parte accompagnato dal suono di una chitarra.

    1
  • Il testo riguarda una situazione quasi opposta: in Lei Verrà il 'protagonista' sta parlando alla sua compagna del vero amore, di un'altra donna, che lui ha cominciato ad attendere ("nel tempo che verrá"); ne sente il bisogno (" ne ho già sete"), e sa che é altrove ("e scenderà/ da nuove città"). C'è una netta divisione tra la coppia (composta dall' 'io-uomo' e la 'tu-donna') e quella 'lei', che è chiaramente un'altra persona. La coppia è in crisi ("stanotte piove/ e piove su noi/ che non ci incontriamo mai"), e lui sa benissimo che non può andar avanti cosí ("io aspetto già"). Sa anche che il momento del confronto dovrà arrivare ("per noi avrò/ strane parole/ quelle che non riesco a dire mai") e che non sarà piacevole ("parole di cui ti vergogni"), ma é convinto che la verità sia necessaria per riportare "il sole/ nella stanza in fondo agli occhi tuoi", perché la loro storia ormai é finita ("amore che non dá più sogni/ amore che non dai"). La canzone mantiene comunque un carattere positivo e sognante, perché l'amore vero arriverà, lei é nel suo futuro, manca poco all'estate e al mattino, all'inizio che deve nascere da una fine.

    1
  • We Are the World è un brano musicale del 1985, scritto e in parte composto da Michael Jackson e Lionel Richie e prodotto da Quincy Jones. Il brano è stato inciso per scopo benefico dagli USA for Africa (USA sta per United Support Artists) un supergruppo formato da 45 celebrità (per la maggior parte statunitensi) della musica pop. I fondi raccolti da We Are the World furono interamente devoluti alla popolazione dell'Etiopia, afflitta in quel periodo da una disastrosa carestia. We Are the World segna anche la divisione degli USA for Africa con il Live Aid. L'idea di fare un brano musicale per una raccolta fondi per l'Etiopia fu di Harry Belafonte. Il suo manager Ken Kragen, infatti, gli suggerì di coinvolgere molti artisti, sul modello del progetto dei Band Aid, che nel 1984 avevano realizzato un altro brano a scopo benefico contro la fame in Africa, Do They Know It's Christmas?. Il brano fu inciso il 28 gennaio 1985 a Hollywood, durante la notte degli American Music Award. Qui parteciparono tutti i 45 cantanti del gruppo, incluso lo stesso Bob Geldof che ha ideato il progetto Live Aid. Nella registrazione originale si alternarono un totale di ventuno cantanti alla voce solista, tra cui Lionel Richie, Michael Jackson, Stevie Wonder, Diana Ross, Ray Charles, Tina Turner, Cyndi Lauper, Billy Joel, Bob Dylan, Bruce Springsteen e Dionne Warwick.

    2
  • Sponsored ads

  • Padre messicano e madre italiana, classe 1970, Luis Miguel Gallego Basteri a 12 anni era già una superstar nel natio Sudamerica grazie a un filmetto simil “Un jeans e una maglietta” che lo fece conoscere al pubblico. La partecipazione alla manifestazione canora più famosa d’Italia, a soli 15 anni, doveva servire come trampolino di lancio per l’Europa. Per l’occasione venne scelto un pezzo scritto nientepopodimeno che da sua eccellenza il maestro Toto Cutugno, un nome una garanzia di un secondo posto assicurato. E così fu: “Noi, Ragazzi di Oggi” si classificò seconda, ma fu senza dubbio la vincitrice morale, nonché campione di vendite nella nostra penisola. Ragazzine impazzite, imponenti servizi di sicurezza, alberghi assediati dalle fan: scene che, prima di allora, si erano viste solo per Simon Le Bon. Ma che, ahimé, durarono solo fino alla fine dell’anno. Luis decise infatti di escludere l’Italia dai suoi progetti, per dedicarsi interamente ai mercati di lingua spagnola. E nonostante nel nostro paese non sia mai più apparso, Luis Miguel è tutt’oggi il più grande cantante sudamericano vivente, definito come il Frank Sinatra latino, con tanto di stella nella Hollywood Walk of Fame, capace di vendere milioni di copie e riempire gli stadi di tutta l’America. Del suo retaggio tricolore rimane solo l’introvabile disco “Luis Miguel Canta En Italiano”, di cui non possiamo non consigliare la splendida “Il Bikini Blu”.

    1
  • Like a Virgin è uno dei pezzi più famosi dell'intera carriera di Madonna, se non addirittura il più popolare. La canzone è stata composta da Billy Steinberg e Tom Kelly (autori di altri successi come True colors e I drove all night di Cyndi Lauper, Eternal Flame delle Bangles e All About Us delle t.A.T.u.). Gli autori composero Like a Virgin nel 1983 e per un intero anno cercarono l'artista giusta a cui farla incidere: contattarono diversi cantanti, che però rifiutavano soprattutto a causa del testo ambiguo. Infine il brano fu ascoltato da un discografico della Warner Bros, che lo affidò a Madonna. All'epoca Like a Virgin fece abbastanza scalpore non solo per il testo (che recita "come una vergine toccata per la primissima volta...") ma anche per l'immagine meno danzereccia e più sensuale che Madonna impone. Il testo della canzone è ambiguo, e consiste di allusioni nascoste. A proposito del testo la stessa Madonna ha commentato: "mi piace fare allusioni, e mi piace l'ironia, mi piace il modo in cui le cose possono essere viste su diversi livelli". Questa affermazione ha messo in evidenza l'ambiguità del testo della canzone, che si basa principalmente sulla parola 'like'. Rooksby sostenne che il testo della canzone può essere interpretato in modo diverso a seconda delle persone. Per le donne realmente vergini, la canzone le incoraggia a persistere nella loro scelta e a riflettere prima di abbandonarsi al primo atto sessuale. Per le ragazze che hanno già avuto le loro esperienze sessuali, la canzone spiega loro che potranno essere in grado di rivivere le sensazioni del loro primo incontro sessuale. Invece, per i ragazzi, la canzone presenta un'immagine narcisistica, poiché spinge loro a far dimenticare alla propria ragazza i suoi incontri precedenti e farle godere l'atto sessuale come se fosse la loro 'prima volta'.

    1
  • "Fotormomanza" è una canzone di Gianna Nannini del 1984 e pubblicata nell'album "Puzzle". Il brano colpì subito sia per la grinta espressa dall'artista senense sia per l'ironico sguardo ai comportamenti e, soprattutto, alle definizioni usate nei rapporti di coppia del quale si occupa nel testo. La Nannini vince il Festivalbar ed il singolo fu uno dei più venduti dell'anno. Famosa molto di più in Germania, fino ad allora, la rocker toscana inizia proprio con questa canzone a vendere in maniera importante anche in Italia facendosi apprezzare dal grande pubblico. Al contrario proprio "Fotoromanza" non venne accolta benissimo in Germania per la celebre frase "Questo amore è una camera a gas..." che poteva rimandare alle tristi vicende dei campi di concentramento. Nel nostro Paese, invece, il pezzo va forte e questo neologismo creato dalla Nannini che unisce il fotoromanzo alla romanza melodica da l'idea delle intenzioni con le quali l'artista vuole trattare l'argomento. Le smielate dichiarazioni d'amore o le eccessive cupe immagini che ricorrono alle prime difficoltà sono gli aspetti che la Nannini intende sottolineare con una ironia tutta toscana.

    1
  • Girls Just Want to Have Fun è una canzone scritta da Robert Hazard nel 1979, è stata riadattata da Cyndi Lauper, e pubblicata nel 1983 dalla Epic, nell'album She's So Unusual. La versione che Cyndi Lauper propone è contraddistinta da sonorità pop e da falsetti acuti che fanno di Girls Just Want To Have Fun uno dei brani più celebri della cantante newyorkese.

    2
  • Sponsored ads

  • In un intervista Vasco Rossi dichiara: “L’ho ascoltata per mesi, non mi veniva mai una cosa giusta. Poi un giorno che eravamo a suonare in Sardegna, si è messo a piovere. Sono salito in macchina e ho messo il nastro. E ho pensato: “Voglio una vita…” “Nel senso del non educata secondo i vostri parametri, avevo tutti gli Anni Settanta alle spalle, quando la maggioranza voleva fare la rivoluzione ma con il lavoro in banca. Io no, ho avuto la possibilità e ho detto di no alla banca. Figurarsi i miei…” “Nel senso di vivere pericolosamente, alla Nietzsche che diceva: “Dall’esistenza la fecondità più grande e il diletto più grande è vivere pericolosamente. Costruite le vostre città sulle pendici del Vesuvio” “Una vita non garantita, non con il lavoro sicuro come si aveva allora. Lo dico per i giovani di adesso” “Ero sempre sveglissimo, sapevo dove volevo e dove non volevo andare. Scrivevo canzoni che raccontavano ciò che vedevo. Non è che la realtà mi piacesse, ma la canto lo stesso”.

    2
  • Thriller è una canzone di Michael Jackson composta da Rod Temperton e prodotta da Quincy Jones pubblicata nella maggior parte dei paesi il 12 novembre 1983 e negli Stati Uniti il 23 gennaio del 1984, tratta dall'omonimo album ritenuto il disco più venduto nella storia della musica con una stima di oltre 110 milioni di copie all'attivo. Qesto brano, universalmente conosciuto, assume tutte le caratteristiche tipiche di Jackson: ritmo incalzante, tastiere, fiati, sonorità complete e una voce incredibile, nonchè, la rivoluzione a passo di danza della musica pop-rock. La scena del ballo degli zombie è famosissima a livello universale, e ha cambiato radicalmente (come anche il famosissimo moonwalk) il modo di muoversi a tempo di musica.

    2
  • "Avrai" fu scritta in occasione della nascita del figlio e, come dichiarò in un'intervista: "È una canzone che nel tempo è diventata una sorta di inno, dell’augurio, della promessa, del patto stabile che ci deve essere tra coloro che sono già al mondo e quelli che stanno per arrivare. E poi perché è un futuro: “Avrai” significa stabilire ancora una volta in più una concordia, un senso di trasmissione, sia di valori ma anche di cose che diano esperienza, tradizione, ma anche slancio per il futuro che noi pensiamo debba sempre essere la parte migliore della nostra esistenza". La canzone è un insieme di immagini, di speranza, realistiche, malinconiche, un augurio e un avviso a quel figlio che ha una vita intera davanti a sé.

    1
  • Tainted Love è un brano musicale composto da Ed Cobb, ex componente dei Four Preps. Registrato nel 1964 dalla cantante statunitense Gloria Jones e distribuito nel 1965, vide una seconda versione, sempre a opera della stessa cantante, ripubblicata nel 1976 sotto la produzione di Marc Bolan. Nel 1981 il duo britannico Soft Cell ne ripropose una cover in stile synth pop rendendo il brano più noto. Tale versione fu la base per numerose altre riedizioni del brano a opera di altri cantanti e gruppi, tra i quali spiccano i tedeschi Max Raabe (2001) e gli Scorpions (2011), lo statunitense Marilyn Manson (2001) e gli italiani Prozac+ (2002) e Boppin' Kids (1986).

    1
  • « Ancora rappresentava il mio debutto come cantante e non ero preparato [...] Ritrovarsi famosi da un giorno all'altro cambia l'approccio con la vita» (Eduardo De Crescenzo) Il testo parla di un uomo che è stato lasciato dalla donna che ama, proprio quando ne è più che mai innamorato e proprio quando pensava di essere riuscito - dopo vari tentativi e tra mille difficoltà - a conquistarla. E ricordando la notte d'amore trascorsa con lei, evidentemente indimenticabile, non riesce più a pensare ad altre donne e si dice disposto a fare qualche pazzia pur di riconquistarla.

    1
  • Sponsored ads

  • Another One Bites The Dust, singolo dei Queen, si riferisce alla guerra, alle sparatorie e alla violenza del genere umano che sembra non avere limiti. Il singolo, estratto dall’album “The Game” del 1980, raggiunse il primo posto nella “Billboard Hot 100” negli Stati Uniti e in Canada. Con oltre 7 milioni di copie emesse nel mondo, è la hit dei Queen con il più alto numero di vendite, titolo “rubato” a un’altra canzone del gruppo, “BohemianRhapsody”.

    1
  • “Il tempo se ne va” è una canzone di Adriano Celentano del 1980. Il brano è la riflessione di un padre che vede sua figlia di quattordici anni che improvvisamente non è più una bambina ma è pronta per diventare una donna e lui teme questo cambiamento.

    1
  • Il singolo in questione tocca un tema molto delicato come quello degli attentati terroristici che sono avvenuti in tutto il mondo negli ultimi anni: Il Cairo, la Rambla di Barcellona, Londra, Nizza sono i luoghi simbolo della geografia del terrore che ha insanguinato il mondo negli ultimi anni e che sono citati nel testo del brano portato a Sanremo. Inoltre ci sono anche accenni agli attentati alle Torri Gemelle, agli attentati avvenuti in diverse metropolitane come quelli di Mosca, Tokyo, Londra e ai continui tentativi nel mondo di alzare muri tra i vari stati per non far passare i migranti “Cadranno i grattacieli e le metropolitane i muri di contrasto alzati per il pane“. E’ lo stesso Fabrizio Moro a voler raccontare la genesi del testo di questo brano e a dare un prima linea guida per capirne meglio il significato:”Non mi avete fatto niente è la nostra visione di un momento storico molto particolare, è il nostro punto di vista sul terrore e la paura che tante persone e tanti ragazzi avvertono. L’idea di scrivere questa canzone mi è venuta poco prima di un mio concerto, infatti qualche giorno prima c’era stato l’attentato a Manchester durante il concerto di Ariana Grande e ho ricevuto tantissimi messaggi e mail di tanti ragazzi che erano molto preoccupati che potesse succedere la stessa cosa durante un mio concerto. Gli stessi messaggi sono arrivati anche a Ermal Meta. A quel punto ci siamo incontrati, abbiamo parlato della cosa e abbiamo deciso di scrivere insieme questa canzone contro la paura, anche se inizialmente il brano non era stato scritto per Sanremo. Successivamente siamo stati invitati e allora abbiamo deciso di portare questo inedito. Il nostro messaggio è che tutto passa, non dobbiamo lasciarci imbrigliare dalle stringhe della paura, ma dobbiamo affrontare la paura guardandola negli occhi. Questo vuole essere un brano contro la paura che si è generata soprattutto in questi ultimi anni nel mondo”. @ermalmetamusic @fabriziomoropage

    2
  • Sponsored ads

  • È con “Il ballo delle incertezze” che Niccolò Moriconi, in arte Ultimo, trionfa a Sanremo 2018 nella categoria delle Nuove Proposte, giorno in cui esce anche il nuovo album di inediti “Peter Pan“. Sulla canzone l’artista dice: “Quando ho scritto Il Ballo Delle Incertezze ho voluto puntare su chi è come me. È un brano che rappresenta chi non ha un domani nella società; chi ha più domande che risposte; chi ha perso rischiando. È il mio ennesimo attestato che tende la mano a chi è stato emarginato.” @ultimopeterpan

    2
  • Ora mai è un singolo del cantautore italiano Lele, pubblicato nel 2017 dall'etichetta discografica Sony Music. Il brano è stato presentato nell'autunno 2016 a Sanremo Giovani 2016, qualificandosi per la partecipazione al Festival di Sanremo 2017 nella sezione Nuove Proposte, ottenendo la vittoria finale nella serata del 10 febbraio. La canzone è stata scritta dallo stesso Lele insieme a Rory Di Benedetto e Rosario Canale ed è stata inserita nella riedizione dell'album d'esordio dell'artista, Costruire. @lelegraph

    2
  • Occidentali's Karma è un singolo del cantante italiano Francesco Gabbani, il primo estratto dal terzo album in studio Magellano e pubblicato il 9 febbraio 2017. Scritto dallo stesso Gabbani insieme al fratello Filippo, Fabio Ilacqua e Luca Chiaravalli, il brano ha vinto il Festival di Sanremo 2017; ha quindi guadagnato il diritto a rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest 2017 a Kiev, in Ucraina, dove viene premiato con il premio della sala stampa, mentre nella classifica generale si piazza al sesto posto. Inizialmente la canzone doveva avere il titolo in latino Occidentalis Karma, cambiato poi in forma anglicizzata con il genitivo sassone dallo stesso paroliere Fabio Ilacqua. Il testo è ricco di riferimenti culturali, che spaziano dalla civiltà orientale alla filosofia greca. La citazione più ricorrente è quella a La scimmia nuda dell'etologo Desmond Morris, in cui si accosta l'essere umano a un primate privo di peli, ma simile a esso nei comportamenti. All'inizio del testo si rimanda alla tragedia di Amleto scritta da Shakespeare, in cui si sottolinea la scissione nella società moderna tra la necessità d'interiorità e l'importanza dell'apparenza; altri richiami d'interesse sono l'aforisma panta rhei di Eraclito, il Buddha e il Nirvana della tradizione orientale oltreché il web, ritratto da Gabbani come «coca dei popoli / oppio dei poveri», riprendendo Marx che definiva la religione «oppio dei popoli». @francescogabbani

    2